Calendario

<<  Dicembre 2019  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
        1
  2  3  4  5  6  7  8
  9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031     
Italian Afrikaans Albanian Arabic Armenian Azerbaijani Basque Belarusian Bulgarian Catalan Chinese (Simplified) Chinese (Traditional) Croatian Czech Danish Dutch English Estonian Filipino Finnish French Galician Georgian German Greek Haitian Creole Hebrew Hindi Hungarian Icelandic Indonesian Irish Japanese Korean Latvian Lithuanian Macedonian Malay Maltese Norwegian Persian Polish Portuguese Romanian Russian Serbian Slovak Slovenian Spanish Swahili Swedish Thai Turkish Ukrainian Urdu Vietnamese Welsh Yiddish
inbound_internazionale_sicilia

Dal 16 agosto al 16 novembre. E’ l’arco temporale che vedrà impegnati otto tirocinanti provenienti dall’estero nella vendemmia siciliana presso alcune aziende vitivinicole dell’isola. Un’esperienza resa possibile grazie al progetto che vede impegnati ancora una volta insieme CAEP Italia ed IRVOS.

Progetto di “Inbound Internazionale per le Aziende Vitivinicole Siciliane 2012” è il titolo: un’idea nata qualche anno fa sotto la spinta degli stessi esperti del settore stranieri interessati alla Sicilia del vino. Del resto, dopo gli esiti positivi degli stage vitivinicoli in Paesi come Nuova Zelanda, Australia ed Usa, avviati da qualche anno ed unici in tutta Italia, si è reso quasi conseguente “l’internazionalizzazione della Sicilia ‘comodamente’ da casa”, commenta il direttore di CAEP Italia Francesco Ditta.

L’idea dunque diventa realtà ed avrà inizio con la vendemmia 2012. Sei le cantine siciliane partecipanti che ospiteranno gli otto tirocinanti provenienti da Cina, Nuova Zelanda, Spagna, Inghilterra e Perù. “Si tratta di studenti di enologia o enologi, già laureati dunque, – puntualizza Ditta – con alle spalle almeno un’esperienza di vendemmia”. Feudo Montoni, Terre di Giafar, Viticultori associati di Canicattì, Cummo Vini, Azienda Agricola Virgona ed Azienda Agricola Messana Vincenzo sono invece le cantine che aderiscono a questa fase embrionale del progetto. “Un progetto che in futuro – conclude Ditta – potrà avere ripercussioni di notevole importanza. Lo scambio culturale è alla base della crescita, abbiamo tanto da imparare dagli altri Paesi e nello stesso tempo abbiamo tanto da dare e da far conoscere della nostra isola. Intanto già da questa prima tranche potremo capire come gli stranieri percepiscono la nostra terra, i nostri vini soprattutto. La nostra è un’operazione di brand territoriale specializzato”. Parallelamente al nuovo progetto, dal 15 settembre, si terranno altre selezioni per gli enologi siciliani che vorranno partecipare alla vendemmia 2013 in Australia e Nuova Zelanda nel mese di febbraio. Altri sette i posti disponibili. Le selezioni si concluderanno a novembre. Per maggiori informazioni basta mandare una e-mail al seguente indirizzo: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. Utilizziamo i cookie per fornire i nostri servizi. Proseguendo in questo sito ne autorizzi il loro uso. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information