Calendario

<<  Settembre 2020  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
   1  2  3  4  5  6
  7  8  910111213
14151617181920
21222324252627
282930    
Italian Afrikaans Albanian Arabic Armenian Azerbaijani Basque Belarusian Bulgarian Catalan Chinese (Simplified) Chinese (Traditional) Croatian Czech Danish Dutch English Estonian Filipino Finnish French Galician Georgian German Greek Haitian Creole Hebrew Hindi Hungarian Icelandic Indonesian Irish Japanese Korean Latvian Lithuanian Macedonian Malay Maltese Norwegian Persian Polish Portuguese Romanian Russian Serbian Slovak Slovenian Spanish Swahili Swedish Thai Turkish Ukrainian Urdu Vietnamese Welsh Yiddish
analisi_sensoriale

Il lavoro dell’IRVOS sul piano dell’analisi sensoriale è entrato a pieno regime. Ogni mercoledì pomeriggio, nel nuovo laboratorio dell’Istituto realizzato proprio per questa tipologia di esami ed inaugurato da qualche settimana, si tiene un panel di assaggio.

L’obiettivo è quello di conferire maggiori caratteristiche ai vini siciliani nell’ottica del marketing: “Non si può promuovere un prodotto se non si conoscono le qualità specifiche. – spiega il professore Antonio Scacco, responsabile del laboratorio – Sono le sue peculiarità sensoriali a conferirgli identità e su queste bisogna dunque lavorare”.

Esami gustativi ed olfattivi rientrano nell’analisi sensoriale, gli stessi sensi che sono coinvolti nella tecnica della degustazione. Ma il risultato non è uguale. “L’analisi sensoriale – ci tiene a sottolineare Scacco – serve a distinguere un vino dall’altro, un prodotto dall’altro”. Insomma diventa unico. “Grazie a questo – aggiunge Daniela Barbera dell’Istituto ed esperta di analisi sensoriale - ogni produttore potrà poi meglio saper piazzare e vendere la propria etichetta“. Non solo, ad ampio spettro, ogni vino siciliano potrà comunicare al meglio il proprio territorio. Connubio quest’ultimo, prodotto/territorio, che l’IRVOS ha sposato in questi anni e che si è rivelato vincente. Nasce in pratica “un gusto siciliano”, come ha commentato Dario Cartabellotta, dirigente generale del Dipartimento Interventi infrastrutturali della Regione e promotore del progetto durante la sua carica di direttore presso l’Istituto. L’analisi sensoriale va a perfezionare, integrare e migliorare tutto ciò che rientra nell’attività di controllo e certificazione che l’Istituto Regionale dei Vini e degli Oli di Sicilia svolge. “Qualità e marketing devono camminare insieme”, afferma il commissario straordinario dell’ente Marcello Caruso. Il nuovo laboratorio si trova al 5° piano dell’Istituto, sempre in via Libertà, ed è strutturato in tre aree (una per l’assaggio con dieci postazioni fornite di tutta la strumentazione tecnica, una per la conservazione dei campioni ed un’altra adibita alle degustazioni per le certificazioni delle Doc).

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. Utilizziamo i cookie per fornire i nostri servizi. Proseguendo in questo sito ne autorizzi il loro uso. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information