Italian Afrikaans Albanian Arabic Armenian Azerbaijani Basque Belarusian Bulgarian Catalan Chinese (Simplified) Chinese (Traditional) Croatian Czech Danish Dutch English Estonian Filipino Finnish French Galician Georgian German Greek Haitian Creole Hebrew Hindi Hungarian Icelandic Indonesian Irish Japanese Korean Latvian Lithuanian Macedonian Malay Maltese Norwegian Persian Polish Portuguese Romanian Russian Serbian Slovak Slovenian Spanish Swahili Swedish Thai Turkish Ukrainian Urdu Vietnamese Welsh Yiddish

Istituto Regionale Vini e Oli di Sicilia

Di Bella racconta come cambierà l'IRVO Stampa

sebastiano_di_bellaIl neo presidente dell’ente siciliano, unico nel suo genere in Italia spiega gli obiettivi per il vino e l’olio. “Più coinvolgimento delle aziende nelle scelte. Il Vinitaly? Continuerà a gestirlo l’assessorato, ha fatto un buon lavoro”. E poi la ricerca, “asset fondamentale. Ma serve di più interagire con tutto l’agroalimentare siciliano”

Idee chiare, con progetti rivolti al futuro, ma con occhi ben puntati sul presente. Che appare meno difficile di quello che era fino a qualche tempo fa, ma che necessita di particolari attenzioni. Lui è Sebastiano Di Bella, neo presidente dell'Irvo Sicilia, l'Istituto regionale vini e oli di Sicilia. E già questa è una notiza, visto che l'istituto ha trascorso gli ultimi anni sotto una amministrazione commissariale. E non poche vicissitudini. Ora il nuovo corso. Di Bella, produttore di vini e socio di una enoteca a Palermo conosce bene il mondo del vino. Ma soprattutto conosce bene anche la politica siciliana e tutti i suoi protagonisti, non fosse altro perché è stato segretario generale dell’Assemblea Regionale Siciliana. Un ruolo di primissimo piano per le istituzioni dell’Isola. E allora come sarà l’Irvo firmato Di Bella? Lui spiega subito i suoi quattro punti cardine attorno ai quali ruota la sua "mission": ricerca, sperimentazione, divulgazione e promozione. "Abbiamo ben chiaro quello che dobbiamo fare e cercheremo di dare seguito ad ognuno di questi quattro obiettivi - dice Di Bella - ma dobbiamo farlo poco alla volta, perché le risorse economiche sono quelle che sono e serve cautela". La parola d’ordine è condivisione. Ed ecco l'idea: "Coinvolgeremo vari partner per ognuno dei quattro progetti, cercando, in questo modo, di ottimizzare le risorse".

Leggi tutto...

vini_dolciDal Catarratto al Grillo al Nero d’Avola, dieci vini dell'IRVO saranno in degustazione venerdì, 18 marzo, presso NH Hotel, a Palermo.

Leggi tutto...

divinofest_copyDecima edizione per il DiVino Festival di Castelbuono, la manifestazione dedicata al mondo enologico siciliano e non solo. Al via le iscrizioni per le cantine, di seguito troverete infatti le modalità di adesione. Anche quest’anno l’IRVO è tra i partner dell’iniziativa che da anni riscuote grande successo richiamando personalità del settore.

Leggi tutto...

assaggio_olioUna degustazione tutta siciliana quella che si terrà sabato, 19 marzo, a Milano.

Leggi tutto...

cusumano_copyAd una settimana dal suo insediamento, il neo direttore dell’IRVO, Vincenzo Cusumano, trae le sue prime considerazioni e lancia le sue priorità: “Risanare la situazione economico-finanziaria dell’ente mantenendo, in un’ottica di razionalizzazione, le attività istituzionali, di promozione e di certificazione dell’ente”.

Leggi tutto...

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. Utilizziamo i cookie per fornire i nostri servizi. Proseguendo in questo sito ne autorizzi il loro uso. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information