Dopo l’andamento termico inferiore ai valori medi climatici, registrato da fine luglio alla prima decade di agosto, l’ondata di calore della seconda decade di agosto, protrattasi fino a giorno 25, ha portato i livelli termici al di sopra dei valori climatici, causando una rapida evoluzione dei processi metabolici di sintesi ed accumulo dell’uva in maturazione.
Le cultivar precoci, Pinot, Chardonnay, Moscato e Merlot vendemmiate nella prima decade del mese di agosto hanno registrato valori enochimici di tutto rispetto, e fanno prevedere produzioni di qualità superiore.
Le alte temperature registrate le scorse settimane stanno creando, invece, qualche preoccupazione ai viticoltori che si accingono alla vendemmia.
Per le varietà in cui si prevede la raccolta fra una ventina di giorni, sarebbe opportuno ove possibile intervenire con una irrigazione di soccorso, al fine di aiutare la pianta a superare lo stress termico.
Per quanto concerne in generale gli aspetti quantitativi, considerato un lieve attacco di peronospora e di oidio, verificatosi nel periodo compreso tra la fioritura e l’allegagione, visto inoltre le domande di abbandono definitivo e vendemmia verde, in Sicilia la vendemmia del 2011 sarà caratterizzata da una diminuzione dell’ordine del 20%.
Per gli aspetti qualitativi e altre informazioni si rimanda al bollettino cinetiche di maturazione 2011,

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. Utilizziamo i cookie per fornire i nostri servizi. Proseguendo in questo sito ne autorizzi il loro uso. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information