Calendario

<<  Ottobre 2019  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
   1  2  3  4  5  6
  7  8  910111213
14151617181920
21222324252627
28293031   
Italian Afrikaans Albanian Arabic Armenian Azerbaijani Basque Belarusian Bulgarian Catalan Chinese (Simplified) Chinese (Traditional) Croatian Czech Danish Dutch English Estonian Filipino Finnish French Galician Georgian German Greek Haitian Creole Hebrew Hindi Hungarian Icelandic Indonesian Irish Japanese Korean Latvian Lithuanian Macedonian Malay Maltese Norwegian Persian Polish Portuguese Romanian Russian Serbian Slovak Slovenian Spanish Swahili Swedish Thai Turkish Ukrainian Urdu Vietnamese Welsh Yiddish

michele_shah

11 Gennaio 2013 - Castello Utveggio - presentazione Programma Internazionalizzazione

Vorrei ringraziare innanzitutto i produttori che hanno partecipato alla riunione dell’11 gennaio a Castello Utveggio a Palermo. Spero che la riunione sia servita a chiarire alcune domande.

Avrei voluto in realtà, durante la riunione, presentare a voce il mio programma di internazionalizzazione 2013 per discutere su alcuni punti in particolare. Così come avevo preparato alcuni chiarimenti  sul programma eventi del 2012. Purtroppo il tempo dedicato alle numerose domande non me ne hanno dato la possibilità. I punti che tenevo a precisare sul 2012 sono i seguenti: la programmazione 2012 ha visto una riduzione del budget che è stato tagliato del 38 per cento. Tutto questo mentre la programmazione era già in atto. Una riduzione che, come ben capite, ha creato delle difficoltà ampiamente superate grazie alla volontà ed alla consapevolezza degli sviluppi importanti che questa tipologia di azione porta avanti. IRVOS e Michèle Shah SRL hanno infatti proseguito il programma.       Michele Shah SRL per prima credendo in questo progetto ha compreso e contribuito con vari interventi a superare le difficoltà incontrate. Innanzitutto selezionando PR estero negoziando e creando un programma idoneo;       collaborando sul programma con l’IRVOS; creando un budget in accordo con l’IRVOS e le disponibilità dei flussi finanziari; assicurando il mantenimento degli accordi dei contratti con i PR esteri; seguendo la comunicazione all’estero;     creando immagine e brand Sicilia all’estero.

 

Vorrei aggiungere anche qualche riflessione sulle critiche poste dai produttori, come quella di una maggiore informazione nei B2B. Sono d’accordo che soprattutto per i B2B degli Incoming serva che i produttori compilino un modulo con la descrizione della loro produzione accompagnata dai prezzi di export per ogni prodotto. In questo modo l’importatore è informato già in anticipo del “range” della produzione dell’azienda che si trova davanti. Il problema di questa “trasparenza di informazione” è che non tutti i produttori desiderano dare questo tipo di informazione. Faremo comunque ugualmente compilare un modulo (e già lo facciamo e lo abbiamo fatto per i B2B in Sicilia) dagli importatori che parteciperanno ai B2B degli Incoming, dove dichiarano quello a cui sono interessati in termini di prodotti e anche fasce di prezzo. Altro punto, maggiore informazione per il mercato estero da parte dei produttori per gli eventi esteri. Concordo che è molto importante dare più informazioni possibili agli importatori e settore estero quando si manda fuori l’invito di partecipazione. Già nei prossimi eventi dove elenchiamo la lista delle aziende, accanto ad ogni azienda metteremo il link del sito così l’importatore può già andare direttamente a fare una propria indagine sulle aziende prima dell’evento. Già per l’evento della Norvegia stiamo predisponendo un catalogo più informativo, ma ovviamente non possiamo dedicare più di una pagina ad azienda, e questo normalmente comprende una breve descrizione dell’azienda (molto sintetica), qualche dato sui quattro vini che mette in esposizione (limitiamo l’esposizione a quattro etichette per azienda), uno di questi vini è sempre il vino per il seminario - evidenziato. Quello che possiamo aggiungere è il prezzo del vino all’export (ex-cellar) per le aziende che desiderano esporre questo dato. In questo caso se l’importatore sta cercando un vino in una certa fascia di prezzo può già sapere al momento che prende il catalogo a quali aziende rivolgere la sua attenzione. Ogni azienda nella propria descrizione può dedicare questo spazio per pubblicare le proprie medaglie vinte e punteggi ricevuti per i vini che espone invece di dare la descrizione sull’azienda, questo dipende da voi e dallo spazio a disposizione. I moduli che voi compilate per la pubblicazione nel catalogo sono molto importanti e da parte mia vi chiedo la massima puntualità nel rispedirmele compilate correttamente. Nonostante direttive chiare, mi trovo a passare diverse ore nel correggere l’inglese, fare editing di descrizioni aziendali che sono più poetiche che utili, o troppo lunghe. Vi chiedo ulteriormente di aggiungere sempre la denominazione DOC o IGT Sicilia dopo il nome del vino (per ogni vino). Sui seminari durante gli eventi esteri. I seminari solitamente servono a descrivere le potenzialità dei territori, tipologie di vino e vitigni indigeni di produzione. Avendo riscontrato problemi durante qualche evento del 2012 per la selezione di questi vini messi in seminario, con l’accusa di privilegiare alcune aziende piuttosto che altre, si è deciso che per il 2013 ogni produttore avrà la possibilità di selezionare il proprio vino per il seminario e che ogni produttore avrà un suo vino presentato nel seminario. Questo ovviamente comporta fare due o tre seminari e in conseguenza lievita il costo dell’evento per compenso seminarista, affitto locale e servizio di camerieri per ogni seminario. Altro punto, maggiore comunicazione sugli eventi e newsletter. Per quanto riguarda il mio operato di comunicazione sugli eventi e sulla Sicilia tramite pubblicità e pubbliredazionali trovo sia di grande importanza, e alcune azioni e progetti sono stati portato avanti fino al momento in cui abbiamo subito il taglio del budget. Purtroppo fondi per pubbliredazionali e pubblicità non sono compresi nei fondi OCM e in questo momento non abbiamo budget per questo con l’IRVOS. Sono sicura che nel momento in cui avremo budget a disposizione per questo riprenderemo l’attività di comunicazione internazionale. Abbiamo fatto in tempo (prima dei tagli) ad impegnarci a pubblicare nel 2012 un supplemento per il mercato norvegese e per il mercato russo che allego. Oltre pubblicità sul mercato UK per l’evento di Londra, sul mercato Brasile per l’evento brasiliano, sul mercato Hong Kong per l’evento di Hong Kong e per il 2013 abbiamo pubblicato articoli e pubblicità su Delwine (sito più importante per il settore indiano) sull’evento che andremo a fare ora a gennaio 2013. Stiamo anche cercando di fare una pubblicità sul mercato svedese per l’evento a Stoccolma (budget permettendo). Il supplemento Norvegia copre anche l’evento di febbraio 2013 nel mercato norvegese, perciò non siamo privi di progetti di comunicazione e speriamo di incrementarli, fondi permettendo. Sono anche disponibile, in mancanza di fondi istituzionali, ad organizzare pubbliredazionali e pubblicità facendo da coordinatrice se interessa a produttori di un evento e se desiderano portarlo avanti a spese proprie. Il sapere dove collocare la pubblicità e la negoziazione di questo sono aspetti importanti di cui io mi posso occupare. Avete il mio pieno supporto per eseguire questo. Comunque vorrei portare alla vostra attenzione che negli inviti degli Incoming in Sicilia una delle ragioni perché invitiamo anche la stampa estera, focalizzando sui mercati dove operiamo nel programma di internazionalizzazione, è che così vengono pubblicati articoli sulla Sicilia, sul territorio, sui vini, sui produttori, sulla gastronomia locale, sull’olio d’oliva e sulla cultura. Il tutto risulta essenziale per assistere al Brand Building che stiamo facendo. Con il 2012 abbiamo concluso il primo anno di Brand Building, gradino importantissimo che forma lo “zoccolo duro” dei prossimi anni. Con la crescente fiducia dei produttori siciliani che capiscono l’importanza dell’estero e con la recente nomina di un Brand Ambassador di grande rilievo come il Cavaliere Diego Planeta, oltre al supporto dell’IRVOS e la dinamica guida dell’Assessore Regionale alle Risorse Agricole ed Alimentari Dario Cartabellotta, sono sicura che andremo a gonfie vele! Grazie a tutti e sono sempre disponibile a ricevere – per mail – le vostre richieste, critiche e suggerimenti,

 

 

 

Michele Shah

 

 

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. Utilizziamo i cookie per fornire i nostri servizi. Proseguendo in questo sito ne autorizzi il loro uso. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information