Calendario

<<  Ottobre 2019  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
   1  2  3  4  5  6
  7  8  910111213
14151617181920
21222324252627
28293031   
Italian Afrikaans Albanian Arabic Armenian Azerbaijani Basque Belarusian Bulgarian Catalan Chinese (Simplified) Chinese (Traditional) Croatian Czech Danish Dutch English Estonian Filipino Finnish French Galician Georgian German Greek Haitian Creole Hebrew Hindi Hungarian Icelandic Indonesian Irish Japanese Korean Latvian Lithuanian Macedonian Malay Maltese Norwegian Persian Polish Portuguese Romanian Russian Serbian Slovak Slovenian Spanish Swahili Swedish Thai Turkish Ukrainian Urdu Vietnamese Welsh Yiddish
libro

Osservare l’andamento delle uve in vigna in nome di una maggiore conoscenza del nostro territorio. Questa l’analisi condotta da un team tecnico, formato da enologi, ricercatori, agronomi e metereologi, tra le vigne delle Cantine Colomba Bianca, nel Trapanese. “Le uve raccontano” è il manuale, frutto degli studi, che è stato presentato giovedì 24 gennaio presso la Facoltà di Agraria di Palermo.

Come si evince dal titolo la convinzione “che il vino si fa in vigna” è il leit motiv del progetto. Quasi cento pagine in cui emerge una conoscenza ancora più capillare, dettagliata e approfondita del territorio viticolo trapanese.  “La strada giusta è questa. – ha commentato l’Assessore Regionale alle Risorse Agricole ed Alimentari, Dario Cartabellotta, presente all’incontro –La conoscenza del nostro territorio e delle nostre uve non fa che rafforzare la nostra identità. Quella identità che ci contraddistingue nel mondo e che non dobbiamo fare sparire. E’ l’ora del “Born in Siciliy””.

Il progetto ha visto la collaborazione, oltre delle Cantine Colomba Bianca, dell’IRVOS, dell’Assessorato Regionale alle Risorse Agricole ed Alimentari, del Sias e di Uva Sapiens. “Questo studio – ha detto il presidente del Consorzio Sicilia Doc, Antonio Rallo – è uno strumento di analisi, un quaderno tecnico che ci aiuta a conoscere meglio la nostra vigna ed a puntare sempre più verso quella viticoltura di precisione essenziale per sfruttare al meglio le enormi potenzialità qualitative del nostro territorio”. Lo studio si è basato sul monitoraggio meteoclimatico e su quello fenologico e fitopatologico delle vigne. “La costanza dei rilievi scientifici e la prosecuzione della raccolta di queste informazioni – spiega Mattia Filippi di Uva Sapiens e coordinatore del progetto – permetteranno nel tempo di avere un database unico e molto utile al settore viticolo ed enologico d tutta la regione. E’ solamente un primo passo”. Ne sono convinti del resto il presidente ed il vicepresidente delle Cantine Colomba: “Per migliorare l’immagine di un territorio – concludono rispettivamente Leonardo Taschetta e Filippo Paladino – è necessario che vi sia un miglioramento generale dello stesso. Contribuire alla realizzazione di una visione così importante ci riempie d’orgoglio e ci da una bella sensazione di benessere”.

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. Utilizziamo i cookie per fornire i nostri servizi. Proseguendo in questo sito ne autorizzi il loro uso. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information