Calendario

<<  Luglio 2020  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
    1  2  3  4  5
  6  7  8  9101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  
Italian Afrikaans Albanian Arabic Armenian Azerbaijani Basque Belarusian Bulgarian Catalan Chinese (Simplified) Chinese (Traditional) Croatian Czech Danish Dutch English Estonian Filipino Finnish French Galician Georgian German Greek Haitian Creole Hebrew Hindi Hungarian Icelandic Indonesian Irish Japanese Korean Latvian Lithuanian Macedonian Malay Maltese Norwegian Persian Polish Portuguese Romanian Russian Serbian Slovak Slovenian Spanish Swahili Swedish Thai Turkish Ukrainian Urdu Vietnamese Welsh Yiddish

nebrodi_vignetoLo spumante sui Nebrodi. E' un progetto sperimentale che l'IRVO porta avanti e sul quale martedì, 9 dicembre, verranno resi noti i primi risultati. Il progetto “Nebrodi” si propone di studiare la potenzialità delle zone montane per la produzione di vini spumanti.

Nelle aree montane dei Nebrodi il vigneto era presente fino a qualche decennio fa in maggiore misura. Lo testimonia la presenza di piccoli appezzamenti residuali, utilizzati prevalentemente per autoconsumo, anche a quote altimetriche di un certo rilievo, ovvero 800-1000 m. slm. Nel 2010 prende le mosse il progetto dell’Istituto Regionale dei Vini e degli Oli di Sicilia che nel Messinese, a Ucria, decide di realizzare un vigneto sperimentale  a quota 1200 m. slm.  Uno dei vigneti più "alti" in Sicilia e in Italia. Qui si sono impiantate varietà bianche, in prevalenza autoctone, il Catarratto ad esempio, con le quali produrre vini spumanti con metodo classico di elevato valore qualitativo. Nelle zone montane, non destinate ad altre attività agricole, il vigneto può rappresentare un’alternativa per mantenere e far proseguire l’attività produttiva. Il vigneto può svolgere un ruolo importante anche nella difesa del suolo e del territorio. Le ecniche di coltivazione sostenibili, con l’ausilio degli inerbimenti permanenti, rappresentano infatti una barriera contro i fenomeni erosivi e facilitano i processi di conservazione del suolo. Se posizionato a margine dei boschi, il vigneto rappresenta una barriera fisica contro il rischio derivante dagli incendi. Infine, ma non meno importante, la maggiore richiesta di manodopera che necessita la coltivazione della vite rispetto ad altre attività agricole, fa sì che l’uomo sia più presente sul territorio ed indirettamente svolga un ruolo di maggiore controllo.

La coltivazione e l'allevamento della vite in questi ambienti è un esempio della cosiddetta "viticoltura eroica"; il suo ruolo è essenziale quale elemento di conservazione della cultura, delle storia e delle tradizioni locali ed anche nella gestione dell'assetto territoriale, ambientale e del paesaggio.

L'incontro si terrà presso  la Trattoria F.lli Borrello c.da Forte – Sinagra (ME)

Scarica locandina

 

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. Utilizziamo i cookie per fornire i nostri servizi. Proseguendo in questo sito ne autorizzi il loro uso. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information