foto_capraro

Ricercatori e tecnici provenienti da tutto il mondo si sono riuniti per discutere sulle nuove sfide e le nuove metodologie in riferimento all’agricoltura di precisione. Tra i partecipanti anche l’Istituto Regionale Vini e Oli di Sicilia che ha avuto l’opportunità di presentare un suo lavoro in merito alla tematica. L’evento, alla sua nona edizione, si è tenuto in Catalogna dal 7 all’11 luglio presso il Campus de Cappont dell’Università di Lleida.

Erano presenti relatori internazionali in rappresentanza dei più importanti Paesi che fanno scuola sul tema dell’agricoltura di precisione.

Numerosi i cinesi ma anche americani, australiani e brasiliani e fra gli europei, i rappresentanti dei Paesi in cui è più praticata l’agricoltura di precisione, ovvero Svezia, Germania, Olanda, Francia, Spagna, Inghilterra. Per l’Italia,oltre all’Irvos, erano presenti l’Università di Torino, Firenze, Padova e Piacenza, il CRA e Ibimet CNR di Firenze. Oltre ai temi generali, alcuni approfondimenti hanno riguardato la sensoristica, le attrezzature per l’applicazione a rateo variabile dei prodotti, i sistemi di guida, la robotica, i sistemi di supporto decisionale e analisi dei dati. Così come si sono tenute discussioni in merito ad irrigazione, difesa e nutrizione di precisione.

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of the site have already been set. Utilizziamo i cookie per fornire i nostri servizi. Proseguendo in questo sito ne autorizzi il loro uso. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information